L’associazione culturale Violet Moon, nasce nel settembre del 2010 allo scopo di essere un supporto e un appoggio ai lavori di storytelling di Emanuele Turelli, dei quali detiene tutt’ora i diritti di produzione e promozione. Nel corso degli anni ha sviluppato un ulteriore ruolo: è divenuta motore inesauribile di eventi culturali e storici che hanno toccato molte città europee. L’associazione ha portato centinaia di persone a visitare (visite esperienziali, accompagnate da artisti e legate a progetti di lunga durata) i campi di sterminio nazisti (Auschwitz/Birkenau, Polonia) e i campi di concentramento di Sachsenhausen (Germania) e di Terezin (Repubblica Ceca). Non solo: l’attività di scoperta dei viaggi storici ha portato anche a San Pietroburgo, al Vajont, nella nostra Italia, ai luoghi ebraici di Mantova, al campo di Fossoli e ad altri luoghi di interesse dei filoni tematici e dei progetti portati avanti dall’associazione. L’associazione si dedica anche all’organizzazione di eventi di approfondimento. Nel corso degli anni ha promosso rappresentazioni sullo sterminio del Ruanda, sulla guerra nei Balcani, sul Muro di Berlino, sull’apartheid, solo per citarne alcuni. Il raggio di azione principale sono Gavardo e l’asse del lago di Garda bresciano, anche se le numerose collaborazioni con altre realtà simili portano l’associazione a operare nell’intero territorio bresciano. Dal 2010 Violet Moon ha firmato riunendo attorno a sé artisti del panorama bresciano e bergamasco due pubblicazioni (Quella che vi racconto oggi è una storia vera e Il successo è questione di parola), sei produzioni teatrali, ideato il Festival internazionale dello Storytelling e sviluppato collaborazioni con decine di enti locali del Nord Italia, fra i quali Comuni, Province, Istituti scolastici, Consolati, Onlus e Associazioni.